A cosa serve l’holter pressorio e quando e consigliato effettuare l’esame

05 Ottobre 2021

Secondo i dati diffusi dalla Società Italiana dell’Ipertensione Arteriosa, circa 15 milioni di italiani soffrono di ipertensione arteriosa, ma solo la metà delle persone ne è consapevole. Possiamo parlare di ipertensione quando la pressione massima è superiore ai 140 mmHg e la minima ai 90 mmHg. Questa condizione può, nel tempo, causare gravi danni al cuore ed anche ad altri organi come i reni, l’encefalo e gli occhi. Per prevenire i danni che essa può provocare è quindi importante individuarla e curarla [1].

Per la diagnosi dell’ipertensione arteriosa si utilizza di solito una procedura diagnostica che permette di monitorare in modo continuo e per la durata totale di un’intera giornata i valori della pressione arteriosa: si tratta dell’holter pressorio.

Che cos'è l'holter pressorio

L’holter pressorio o il monitoraggio non invasivo della pressione arteriosa, è un test non invasivo che consente di registrare la pressione arteriosa continuativamente per 24 ore, mediante un piccolo apparecchio portatile, chiamato sfigmomanometro.

Lo sfigmomanometro portatile si compone di una fascia gonfiabile, collegata tramite un cavo di gomma ad un piccolo misuratore della pressione. Si tratta di un apparecchio molto simile al classico misuratore di pressione, ma ciò che lo differenzia da quest’ultimo è la capacità di registrare in automatico, tramite una memoria interna, il risultato di ogni singola misurazione avvenuta nell’arco di una giornata. Inoltre, l’holter pressorio è in grado di cogliere le fluttuazioni giornaliere della pressione arteriosa, fluttuazioni che un normale sfigmomanometro non è in grado di evidenziare.

A cosa serve l’esame dell’holter pressorio

Grazie alla capacità di misurare 24 ore su 24 la pressione arteriosa, il test dell’holter pressorio fornisce una valutazione completa del profilo pressorio [2], questo è infatti in grado di verificare la presenza di:

 

  • Ipertensione arteriosa instabile o non ancora ben diagnosticata;
  • sbalzi pressori:
  • ipertensione in terapia farmacologica;
  • la cosiddetta “ipertensione da camice bianco”, di natura emotiva, dovuta allo stato di agitazione e ansia derivato dal doversi sottoporre a un esame;
  • sintomi associabili a sbalzi di pressione;


Quando fare l’esame dell’holter pressorio

L’holter pressorio è quindi un esame consigliato per:

  • soggetti che soffrono di sbalzi pressori in presenza del medico, ma con valori normali a casa;
  • chi è iperteso e già in terapia farmacologica;
  • chi accusa sintomi che possono far pensare a sbalzi pressori improvvisi;
  • chi ha i valori della pressione arteriosa che variano molto da un momento all’altro.

Come si svolge l’esame dell’holter pressorio

L'Holter pressorio è un esame non invasivo e dalla semplice preparazione.

Il medico/farmacista, applicherà l’apparecchio e il bracciale sul paziente, che lo indosserà per 24 ore. Durante il periodo di esame, la pressione sarà misurata automaticamente ogni 15 minuti di giorno e ogni 30 minuti di notte. Il paziente potrà svolgere le sue normali attività quotidiane prestando attenzione a non urtare o muovere l’apparecchio, onde evitare di falsare i risultati dell’esame. Trascorse le 24 ore, il paziente tornerà dal medico per disinstallare l’apparecchio e ricevere il referto dell’esame.

Inoltre, oggi è possibile effettuare l’esame direttamente a casa, tramite lo store ActiveAction o presso la tua farmacia di fiducia o comodamente da casa grazie ai servizi di telemedicina ActiveAction, evitando così i lunghi tempi di attesa e interminabili code per effettuare un esame medico, e con la garanzia di ricevere un esame refertato da medici specialisti.

Se vuoi saperne di più su come effettuare un holter pressorio in farmacia, o su quali altri esami medici puoi effettuare in farmacia o comodamente da casa, visita questa pagina.

 

[1] Level of blood pressure control in a hypertensive population when measurements are performed outside the clinical setting. Cardiol J. - Félix-Redondo FJ, Fernández-Bergés D, Espinosa-Garcia J, Pozuelos-Estrada J, Molina-Martínez LM, Pérez-Castán JF, Ríos-Rivera J, Valiente-Rubio JI, Gómez-de-la-Cámara A, Rodríguez-Pascual N. (2009)
[2] The usefulness of 24-hour blood pressure monitoring for the patients with atrial fibrillation: based on the variability of blood pressure parameters. Blood Press Monit - Tong HY, Fan WG, Su H. (2020)

Newsletter

Rimani aggiornato su servizi e prodotti ActiveAction

© ACTIVEACTION SRL - Via Villapizzone 26, Milano - P.IVA 02641200346. Tutti i diritti sono riservati - Informativa Privacy - Informativa Cookies