Holter cardiaco 12 derivazioni vs 3 derivazioni quando ha senso farlo?

13 Ottobre 2021

L’ECG dinamico Holter è la metodica diagnostica che viene utilizzata per monitorare l’attività elettrica del cuore in un intervallo di tempo che nella maggior parte dei casi corrisponde a 24-48 ore. L’ECG dinamico Holter a 12 derivazioni permette di monitorare e stabilire il punto di origine delle aritmie, in particolare quelle di origine ventricolare, risulta utilissimo anche nella valutazione dell’ischemia cardiaca e nella valutazione del dolore toracico che si manifesta solo in determinate condizioni della vita quotidiana.[1]


Quando si effettua un Holter a 3 derivazioni?

 

L’ECG dinamico secondo Holter (3 derivazioni) [2] viene utilizzato di solito per individuare anomalie cardiache:

  • aritmiche;
  • ischemiche,

che si presentano in modo intermittente e, quindi, difficilmente possono essere identificate con un semplice ECG a riposo, che generalmente duracirca 10 secondi e può essere effettuato al massimo per qualche minuto.

Altre indicazioni all’esame comprendono l’analisi della:

  • corretta funzione di pacemaker;
  • valutazione dell’efficacia di alcune terapie farmacologiche, anti-aritmiche e anti-ischemiche.

 

Quando si effettua un Holter a 12 derivazioni?

 

La condizione più diffusa per utilizzare un Holter a 12 derivazioni è per valutare le alterazioni ECG relative alla sindrome di Brugata. In generale viene prescritto un Holter Cardiaco secondo Holter a 12 derivazioni quando si ha bisogno di una visione di dettaglio del cuore[3].

 

La Sindrome di Brugada agisce su base genetica e deriva da un’alterazione puramente elettrica del cuore. Parliamo di cuori morfologicamente sani che possono però essere più vulnerabili elettricamente e predisposti ad aritmie maligne e arresti cardiaci. Ciò spiega il motivo per cui questa sindrome può essere causa di arresto cardiaco in cuori apparentemente sani di pazienti giovani. La Sindrome di Brugada è caratterizzata da un elettrocardiogramma tipico che ne consente la diagnosi, ma che può essere presente in maniera intermittente nell’arco, della giornata. Ecco perché un Holter a 12 derivazioni può essere utile a rilevare nel corso delle 24 ore un ECG spontaneo di tipo Brugada.


Il nuovo TELEECG permette di monitorare con maggiore dettaglio tutte le pareti del cuore perché è in grado di registrare 12 derivazioni per 24/48 h. Rispetto a quello standard a 3 derivazioni, il nuovo dispositivo permette di avere a disposizione più elettrodi consentendo di “spiare” e vedere più nel dettaglio e a livello regionale e anatomico il cuore da più punti.
Il posizionamento degli elettrodi viene effettuato da personale esperto e qualificato in farmacia. Infatti il farmacista posizionerà le derivazioni precordiali in punti specifici del torace.
I dati raccolti verranno poi analizzati da cardiologi specialisti che ne referteranno l’esito e lo renderanno disponibile al ritiro in farmacia in pochi giorni.

 

[1] Cardiologia dello Sport Diagnostica e clinica cardiovascolare - Gaetano Frajese, Massimo Fioranelli (2012)

[2] The use of a portable three-lead ECG monitor to detect atrial fibrillation in general practice - Anne N. KristensenBrintha JeyamSam Riahi, and Martin B. Jensen (2016)

[3] 12-lead Holter electrocardiography. Review of the literature and clinical application update. Su L, Borov S, Zrenner B (2013)

 

Newsletter

Rimani aggiornato su servizi e prodotti ActiveAction

© ACTIVEACTION SRL - Via Villapizzone 26, Milano - P.IVA 02641200346. Tutti i diritti sono riservati - Informativa Privacy - Informativa Cookies